Perchè "FUORITUTTO" ?

Abbiamo scelto questo titolo per la nostra agenzia di stampa che ha cominciato la sua azione informativa nel 2001 e che ora è possibile anche consultare via internet, perchè riteniamo che in un paese come l’Italia, in cui è costume preferire il detto insieme con il non detto, le interpretazioni ai fatti, gli indizi alle prove, il dire al pensare (quello, cioè, che lo storico Rosario Villari definì il fenomeno della “dissimulazione” come forma di difesa dai possibili effetti dei poteri), valga la pena di tentare un’opera di informazione schietta, essenziale, priva di pregiudiziali, aprioristiche e strumentali operazioni.

L’iniziativa che abbiamo intrapreso non annulla le convinzioni soggettive, le connotazioni culturali, politiche o sociali: ma intende avere, come riferimento, i fatti reali, gli intendimenti autentici, non le supposizioni e le presunzioni. Si intende riferire, non attribuire comportamenti ed espressioni. Si intende far trasparire ciò che realmente accade, o che realmente si dice, senza ricorrere ad esercizi dietologici per dimostrare dubitabili doti di intelligenza di eventi, magari deformandoli di sana pianta. “Fuoritutto” vuol dire non accontentarsi della punta dell’iceberg, ma cercare di dare trasparenza e limpidità, far emergere il vero da ogni situazione ed in ogni campo. Al dunque, un’informazione di tipo europeo, oggi che siamo in Europa a tutti gli effetti, è il nostro obiettivo. I destinatari di questa nostra opera potranno liberamente giudicarci.

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn