Stampa
Categoria: Divertimento

leolandia giostreIl 22 aprile Leolandia festeggia La Giornata della Terra, la più grande manifestazione a favore del pianeta, con una serie di iniziative a sostegno dell’ambiente, dal progetto fotovoltaico per alimentare il divertimento all’interno del parco alla liberazione delle coccinelle nell’orto come pesticidi naturali. L’anniversario sarà l’occasione per celebrare l’impegno costante del parco divertimenti nei confronti della sostenibilità.
Dal 2010 Leolandia ha infatti avviato un percorso di sensibilizzazione che negli anni è diventato uno dei suoi principali tratti distintivi e che oggi l’ha portato ad essere un’eccellenza e punto di riferimento nel settore dell’intrattenimento in fatto di innovazione sostenibile.
Da aprile il parco diventa produttore di energia pulita e dà il via ai lavori per la realizzazione di un progetto che prevede l’installazione di 240 moduli fotovoltaici distribuiti nell’area di sosta adibita alle automobili. Lo scopo dell’impianto è quello di fornire una parte dell’alimentazione elettrica agli intrattenimenti del parco e sensibilizzare le famiglie su questo importante tema, per compiere un altro fondamentale passo verso l’impatto quasi zero.
Tra le iniziative in programma per il 22 aprile, anche quella dedicata alla coltura naturale. Per l’occasione centinaia di coccinelle, insetticidi naturali e amiche dell’ambiente, saranno “liberate” con l’aiuto dei bambini sull’orto didattico di Leolandia per proteggere le coltivazioni del parco senza l’utilizzo di pesticidi. I minuscoli insetti a pois coloreranno l’area verde di Leolandia per educare i piccoli visitatori sui temi della coltivazione consapevole e degli equilibri naturali.
Da anni Leolandia si fa portavoce di uno stile di vita sostenibile e si impegna a ridurre l’impatto ambientale. Da 7 anni il parco dimostra infatti un’attenzione particolare nei confronti dell’ambiente, grazie a una serie di iniziative concrete e quotidiane: l’impiego di carta riciclata per la stampa di tutto il materiale informativo e shopper, l’introduzione di 21 compattatori di bottigliette PET, l’utilizzo di gomma riciclata proveniente da pneumatici fuori uso per i tappeti anti trauma delle aree gioco, oltre all’uso di stoviglie in materiale biodegradabile e compostabile in tutti i punti ristoro, scelta che ha portato il parco nel 2016 a raccogliere il 53% di organico in più rispetto all’anno precedente, per avviarlo ad un processo di compostaggio e trasformazione in terriccio fertile ed alimentare così un ciclo virtuoso che termina proprio nell’orto didattico di Leolandia.
(cl)

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn