privacy facebookRoma - Le nuove tecnologie si rivelano sempre più utili per una comunicazione facile e veloce, ma allo stesso tempo rischiano di divenire così opprimenti da risultare dannose per la salute mentale.

Uno dei casi in cui tale fenomeno si verifica è quello del cosiddetto "stalking virtuale", un vera e propria opera di persecuzione messa in atto da alcuni individui molesti, che traggono piacere dall'importunare altri utenti sui più famosi social network. Nello specifico Facebook, dove la maggior parte degli iscritti non ha la giusta dimestichezza con le impostazioni di privacy e di conseguenza non riesce a tutelarsi dai suddetti scocciatori.
Innanzitutto è necessario premettere che la soluzione più utile in questo caso è la funzione BLOCCA. Questa farà in modo che voi diventiate del tutto inesistenti per lo stalker e viceversa, così da interrompere qualsiasi contatto. La funzione si può trovare su qualsiasi diario altrui: accanto alla voce Messaggio in alto a destra vi è una rotellina, se vi cliccate si aprirà un menu a tendina e l'ultima opzione sarà proprio quella che cercate.

bloccaClicca per ingrandire

Se però non basta e desiderate che situazioni del genere non si verifichino più, è importante settare nel modo giusto le proprie impostazioni di privacy. Spesso accade che gli utenti non siano consapevoli che i propri stati e foto siano totalmente pubblici, cioè che possano essere visti da chiunque, anche al di fuori di amici e conoscenti. Per rimediare è necessario innanzitutto accedere alle proprie IMPOSTAZIONI SULLA PRIVACY, che si trovano nel menù a tendina apribile attraverso la rotellina di fianco ad Home, in alto a destra sulla barra blu (tratteremo solo delle impostazioni più importanti, per le altre la scelta spetta all'utente).

privacy

Clicca per ingrandire

Sulla sinistra vi sono varie voci, la prima da cliccare è PROTEZIONE: bisogna attivare tramite la dicitura Modifica le opzioni Navigazione Protetta, Notifiche di Accesso, Approvazione degli Accessi, Contatti Fidati (se ne possono scegliere 3, che in caso di password rubata vi aiuteranno a recuperare il vostro account).
Passando alla scheda PRIVACY bisogna settare innanzitutto Chi può vedere i miei post futuri? Si consiglia di inserire Amici o Personalizzata (scegliendo eventualmente a chi non si desidera far vedere i contenuti futuri). Chi può contattarmi? Si consiglia di inserire Amici di Amici, così che solo persone a voi "collegate" possano aggiungervi o contattarvi (i messaggi di sconosciuti finiranno nella cartella Altri nei Messaggi).
I settaggi nella scheda DIARIO E AGGIUNTA DI TAG sono a discrezione dell'utente, ma si consiglia comunque di non usare mai l'impostazione Tutti. Nella scheda BLOCCO si può tenere nota di tutti gli utenti, gli inviti e le applicazioni bloccati.

tagClicca per ingrandire

 

 

La scheda SEGUACI permette eventualmente di avere persone che seguano gli aggiornamenti che si ritiene debbano essere pubblici, cioè che possa vedere chiunque (anche non amici). Si consiglia di disattivare questa opzione.
Non tutti lo sanno, ma è possibile decidere una diversa impostazione di privacy anche per ogni STATO o ALBUM FOTOGRAFICO. Basta cliccare sul menu a tendina in basso a destra nel riquadro dello "status" e si potrà scegliere a chi far vedere i propri Stati.

statusClicca per ingrandire

Per le Foto invece basterà entrare nella scheda ALBUM, cliccare su quello desiderato e sotto al nome e affianco alla dicitura Ultimo aggiornamento troverete la classica rotellina per scegliere chi lo possa visualizzare e chi no. L'impostazione consigliata è Amici o al massimo Amici di Amici.
Poche semplici regole per riuscire a conservare un minimo di privacy su un social network che rischia davvero di manipolare, e talvolta rovinare, numerose vite. Per quanto delle impostazioni pubbliche possano soddisfare l'ego di chi ama fotografarsi e compiacersi di sé stesso, è giusto sapere che ciò può comportare seri problemi di stalking da parte di persone altamente pericolose. Narcisismo o sicurezza? A voi l'ardua sentenza.

(Alessandra Andrisani)

(intrusa nella mia rubrica... by SP)

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn