emergenseaLa città di Napoli punta a difendere il suo mare aderendo alla campagna #EmergenSea lanciata dall’associazione Marevivo, già attiva dalla scorsa estate su navi, traghetti e aliscafi navi (Snav, Caronte&Tourist, Grandi Navi Veloci e Grimaldi). L’iniziativa fortemente voluta da Daniela Villani, Delegata al Mare del Comune di Napoli , è stata presentata durante la conferenza stampa organizzata alla Sala Giunta di Palazzo San Giacomo alla presenza del Sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, e della Presidente di Marevivo, Rosalba Giugni.
Grazie al sostegno di Tour Angels, all’interno del Comune di Napoli, nella funicolare e nella metropolitana, al Molo Beverello, a Calata di Massa e all’Aeroporto internazionale di Napoli – Capodichino verrà esposto del materiale informativo e proiettato un video che vuole spingere tutti ad agire perché “Ognuno di noi può fare qualcosa per difendere il mare”. L’unico modo per contrastare l’inquinamento è essere coscienti e attivi in prima persona, facendo quei piccoli gesti, anche semplici, che diventano però decisivi, una volta moltiplicati nel tempo. Ridurre, riusare e riciclare sono infatti gesti di responsabilità e civiltà che ci aiutano a proteggere il Pianeta Blu e il suo immenso patrimonio.
«C’è un’emergenza in mare che provoca danni al suo equilibrio mettendo a rischio la sopravvivenza dell’uomo sul pianeta. Il mare, infatti, è il polmone blu della Terra, produce l'80% dell'ossigeno e assorbe 1/3 dell'anidride carbonica, ma solo quando è in buona salute. Una delle chiavi per risolvere il problema è sensibilizzare i cittadini a gesti virtuosi, consumare in maniera responsabile e riciclare in maniera corretta- ha spiegato Rosalba Giugni -. La nostra campagna #EmergenSea, infatti, intende diffondere le tre “R” (Ridurre, riusare e riciclare) e siamo felici di poterlo fare anche a Napoli».
(mv)

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn