face2face decanterPiù volte, anche dalle righe di questa rubrica, abbiamo posto l’accento sull’importanza che la forma del bicchiere riveste nella degustazione di un vino. Le ampie dimensioni dei ballon sono adatte a contenere ed esaltare i grandi rossi strutturati , capaci di sostenere lunghi invecchiamenti, come gli italiani Barolo e Brunello o i francesi della Borgogna.
Quelli più piccoli dalla forma che ricorda un tulipano, possono far esprimere al meglio vini bianchi importanti come i pinot bianchi altoatesini o quelli ricchi di mineralità come i riesling alsaziani. La loro forma è studiata per esaltare i profumi, ma anche per convogliare il vino verso la parte della lingua capace di riconoscerne meglio i suoi tratti gustativi. La dimostrazione pratica ci venne oltre venticinque anni fa, quando Gerog J. Riedel ci fece degustare un vino versato dalla stessa bottiglia, in sei bicchieri dalle differenti forme, bene: sembravano sei vini diversi.
L’azienda Riedel ha sempre posto molta attenzione al mondo del vino, - in verità di recente ha realizzato anche un bicchiere per degustare la più nota bibita gassata - producendo anche decanter (contenitori di cristallo dove si versa il vino per farlo arieggiare dopo i lunghi invecchiamenti in bottiglia) dalle forme eleganti e pratiche.
Oggi, in realtà in occasione di San Valentino, ha deciso di produrne uno molto particolare, al suo interno si possono vedere due silouette di visi, uno femminile e uno maschile che, su prenotazione, possono raffigurare i volti dei due innamorati richiedenti.
Non sappiamo esattamente quanto le due raffigurazioni possano giovare all’arieggiamento del vino contenuto, ma conoscendo bene i prezzi della rinomata fabbrica austriaca, possiamo vagamente immaginarne il costo. Coloro che fossero tentati, si ritengano avvisati!
(Fabio De Raffaele)

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn