sparkle 18Questo ormai si sa, è il periodo in cui escono le guide. Se ne trovano di ogni genere, dalle trattorie ai ristoranti, dai locali che vendono golosità alimentari, pizzerie, pasticcerie e gelaterie comprese, alle birre e naturalmente, forse le più diffuse, ai vini. È di qualche giorno fa la comunicazione da parte della redazione di Cucina & Vini dei vincitori delle 5 Sfere, simbolo dell’eccellenza della guida Sparkle, quella che racconta e premia i migliori spumanti italiani.
Giunta ormai alla sedicesima edizione, è stata la prima a considerare gli spumanti come vini capaci di accompagnare un intero menu quotidiano, scardinando così quella consuetudine  che relegava questa tipologia alle sole ricorrenze da festeggiare.
Nel tempo i palati dei consumatori si sono affinati e oggi sempre più frequentemente gli spumanti rallegrano le cene e i pranzi degli italiani. Non a caso nel mondo del vino l’unica tipologia costantemente in crescita è propria quella delle bollicine, merito anche dell’alto standard qualitativo raggiunto dalle aziende produttrici.
La conferma ci viene proprio dalle 5 Sfere assegnate dal panel della guida Sparkle: settanta e rappresentano un pò tutta Italia, dall’Alto Adige alla Sicilia.
La parte del leone com’è consuetudine la fa la Lombardia con ventotto 5 Sfere, ventiquattro delle quali assegnate alla Franciacorta, dove al fianco degli habitué come Barone Pizzini, Bellavista, Guido Berlucchi, Ca’ del Bosco, Ferghettina, Fratelli Berlucchi, Majolini, Uberti e Villa, si scoprono delle piacevoli novità: Bosio, Castello di Gussago-La Santissima, Cavalleri, Corte Aura, Lo Sparviere e le Marchesine, che molto spesso hanno fatto parte della rosa dei finalisti, ma qualche volta sono rimasti a un soffio dalla premiazione.
Con piacere si ritrova anche l’azienda Monte Rossa con il suo Cabochon Brut 2012, tornato nella perfetta forma di anni passati. Degne di nota anche le altre quattro aziende lombarde: Calatroni, Costaripa, Monsupello e Perla del Garda, che con i loro prodotti si sono aggiunte alla rosa dei migliori d’Italia.
Sotto tono invece le prestazioni del Veneto, che vede scendere i suoi Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg da sedici a nove.
La lista completa dei migliori spumanti italiani si può trovare sul sito di Cucina & Vini, dove si trovano anche le indicazioni per la grande degustazione dei vini selezionati e inseriti nella guida Sparkle 2018.
(red)

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn